Monossido di carbonio attenzione !

1698 2

La pulizia della caldaia, della stufa e della canna fumaria evita i rischi derivanti dal monossido di carbonio. Quest’ultimo è causa della morte di decine di persone ogni anno. Causa di dispersione del monossido di carbonio, un gas tossico, è qualsiasi apparecchio a fiamma con cattivo tiraggio, installato inappropriatamente o oggetto di una cattiva manutenzione. 
Allarme fumi
Il rilevatore di monossido di carbonio avverte le persone che nell’ambiente in cui è installato è presente il gas e che sono a rischio di intossicazione. 
Attenzione a questi dispositivi: non basta installare il rilevatore per ritenersi esenti da qualsiasi tipo di rischio. Il rilevatore deve essere installato in modo corretto, costantemente controllato, sostituito almeno una volta ogni 5 anni, ci si deve accertare che sia efficiente.
Ad innalzare il livello di sicurezza alla base ci deve essere sempre e comunque una particolare attenzione sulla piena efficienza di ogni strumentazione che bruci combustibile per il suo funzionamento. 
Monossido di carbonio: andare sul sicuro
L’opera di prevenzione dei rischi deve cominciare dal momento della scelta degli apparecchi che bruciano combustibile per funzionare. Nel momento dell’acquisto della caldaia o dello scaldabagno accertarsi che gli apparecchi siano dotati di un proprio sistema di sicurezza capace di spegnere la fiamma in caso di malfunzionamenti; una maggiore sicurezza è garantita, in ordine agli apparecchi a gas, da quelli a camera stagna (tipo C) i quali, per via della loro strutturazione, evitano il pericolo di reflusso di fumi nell’abitazione; predisporre sempre la griglia di ventilazione nei locali che ospitano strumenti di combustione; essere particolarmente attenti nel far eseguire la manutenzione prescritta dalla legge sulle caldaie da riscaldamento. Nell’occasione fare dei controlli anche su scaldabagni e stufe.
Se l’apparecchio incontra dei problemi ad espellere in modo ottimale i gas di combustione oppure se nei locali nei quali è ospitato non vi è un adeguato ricambio di aria pulita c’è il pericolo di cattiva combustione dalla quale origina il temuto monossido di carbonio. Normalmente questo accade nel caso in cui la griglia di ventilazione è ostruita o la canna fumaria è sporta o sottodimensionata rispetto all’apparecchio.
Altro accorgimento è quello di far eseguire il controllo di tutte le canne fumarie per verificarne il tiraggio. Nel caso di stufe o camini a legna il controllo della canna fumaria dev’essere almeno annuale.

2 commenti

Rispondi a verapizza.eu Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *