GLI STRONZI IN POESIA.

1566 4

De stronzi se ne trovano a migliara,
appesi agli arberi, perché nun sanno scenne,
certi sai volano, tutti quelli folli,
antri se rigirano da soli
e se inpataccano co la loro puzza.
Poi c’è lo stronzo che nun sembra vero, se mimetizza
e quello fà paura,
ma poi scoperto sempre in tera resta.
Quelli veri, stanno pe tera spiaccicati,
piantati co un giro drentro all’artro
e più se rigirano e più er fetore aumenta,
poi vengono schiacciati da antri stronzi.

DI:
Anna De Santis.
Fonte Web.

4 commenti

  1. Osvaldo da Bacoli.

    LA POESIA DI DI GIACOMO E’ SUPERIORE E PIU’ DETTAGLIATA COME DESCRIZIONE.
    COMUNQUE CONFERMO CHE DI STRONZI NE CONOSCO PARECCHI.
    SALUTI.

Rispondi a Osvaldo da Bacoli. Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *